20 giugno 2006

C'è chi dice NO


My Italy
Originally uploaded by FotoRita.
... e giusto per animare un po' le discussioni: domenica io voto NO, senza se e senza ma. Anche se un paio di punti della riforma li condivido, il 90% delle trasformazioni costituzionali volute dal Calderoli e soci sono una schifezza assoluta. Mi spaventa soprattutto la trasformazione del premier in una sorta di autocrate in pectore, ma anche la confusione di ruoli tra le due camere e l'inevitabile serie di conflitti che si verrebbe a creare.

Ma soprattutto... sapete che per cambiare oltre 50 articoli della Costituzione, costituzione costata sangue, dolore, lacrime, mesi di accordi e discussioni tra tutte le parti della società italiana, la Casa delle (Il)libertà ha in pratica discusso mezza giornata in Parlamento, decidendo tutto unilateralmente? Questo scempio mi fa ribollire il sangue, e se penso che la disinformazione seminata da RAI e Mediaset rischia di far votare "Sì" a tanta gente "ignorante" nel senso letterale del termine... il sangue mi va proprio in supernova.

Passo la parola a Eugenio Scalfari, che su Repubblica ha saputo spiegare benissimo le ragioni del no----

PS: per i lettori di centrodestra: lo so che anche la Sinistra ha commesso il peccato di cambiare la Costituzione unilateralmente, ma un errore non ne giustifica un altro, di dimensioni e portata ben più disastrosa e arrogante.

12 commenti:

Nomad ha detto...

Voterò NO anch'io, per quasi tutti i motivi che hai elencato.

Pino Paoliello ha detto...

Mi fa piacere che tu sottolinei una cosa che a molti sfugge per disinformazione, ovvero la deriva quasi dispotica dell'istituzione "Presidenza del Consiglio dei Ministri". Un clamoroso ritorno al passato ed all'uomo forte che affascina sempre il popolo meno informato. Il vero pericolo è un acuirsi del populismo che ci relegherebbe definitivamente allo status di "peronisti d'Europa".
Speriamo di svegliarci da un incubo!

Botolo ha detto...

E questa volta, anche se sono di centro destra, mi unirò alla sinistra e voterò no. Sono praticante avvocato, amante delle norme, adoratore della costituzione. La costituzione non si tocca, mai...solo per eventi incredibili! Ma non mi sembra che ne siano successi.

Blackwolf ha detto...

Alle solite...
E sarà un'altra occasione sprecata.
Per inciso è vero....chissà perchè quando il premierato forte lo proponevano i DS era cosa sacra santa giusta e niente affatto anticipo di dittatura...
Ah per inciso, faccio parte del popolino ignorante affascinato dall'uomo forte, poveretto me...

Anonimo ha detto...

Noto che il gregge ancora una volta obbedisce agli ordini... e io che del gregge non farò mai parte voto "sì" convinto, contro la costituzione, contro prodi e contro scalfaro.

CAPITAN AMERICA

Anonimo ha detto...

Bravo Marco, chi non la pensa come te è un ignorante. Un modo di pensare veramente interessante, che spiega molte cose.

Giovanni O. ha detto...

Bravo, caro il mio Capitan America(un falso Cap naturalmente)!
Non sai quanto son contento di fare "BEE...BEEE...BEEEEE" come una felice pecorella!

Anonimo ha detto...

Anch'io sono d'accordo su un paio di punti della riforma, ma voterò no lo stesso.

Dottor D.

Blackwolf ha detto...

Ignoranti di tutto il mondo unitevi...
E lasciate i simpatici sapientoni a cuocere nel loro brodame intellettuale.
Per inciso ho una quasi certezza che non ce la faremo.
In Italia fare le riforme è quasi matematicamente impossibile....ormai è un dato di fatto.

Rico ha detto...

se le riforme le devi fare come ha fatto berlusconi, bene che non si facciano

raes ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
raes ha detto...

cè chi si astiene come la sinistra comunista guardate il sito www.internazionalisti.it