29 novembre 2005

Di inondazioni e altro


Nel fine settimana, mentre nel resto d'Italia pioveva o nevicava, in campagna da noi, a Bellisola, località Villa Sassonero/Monterenzio/BO, cadeva una sorta di mix di neve e di pioggia, in maniera battente. Il risultato giudicatelo voi, in questa foto dell'amico fotografo Clemens Kisselbach: il Santerno, che di solito si guada senza stivali passando da un sasso altr'altro, aveva questo aspetto assai poco rassicurante.
Noi di Bellisola ce ne stiamo restati al calduccio, davanti al caminetto, mentre davanti a casa venivano avvistati 1 volpe, 2 daini, 3 falconi (?). A parte parecchie ore passate a scrivere contratti e compilare previsioni di costo e di fatturato, mi sono letto i primi tre volumi della serie DC SHOWCASE. Sono tomi di 500 pagine in bianco e nero che ripresentano storie classiche della DC. Sono in pratica l'equivalente degli analoghi MARVEL ESSENTIALS, ma mentre i libri di quel tipo della Casa delle Idee non li leggo (beh, a parte quelli di serie minori dimenticate come MONSTER OF FRANKENSTEIN o MARVEL TWO IN ONE), gli SHOWCASE della DC me li sono tutti sciroppati. Sono infatti storie mai pubblicate in Italia, o pubblicate parzialmente in albi introvabili, e immergersi in 500 pagine di SUPERMAN di Boring-Swan-Plastino o LANTERNA VERDE di Gil Kane è un piacere inedito per molti versi. E leggendo tanto fior fiore di DC COMICS vintage, la differenza tra la Marvel degli albori e la DC di quegli stessi anni colpisce come un uppercut. Le storie DC del 1958-1965 erano ingenue e ripetitive, non ci sono discussioni. Quelle di Superman erano tutte che ruotavano sul segreto della doppia identità di Clark Kent. Quelle di Lanterna Verde avevano in pratica sempre due o tre nemici che si alternavano, l'elemento soap era costituito dal triangolo impossibile Lanterna Verde-Carol Ferris - Hal Jordan, e siccome nei fatti LV è invincibile, veniva tramortito da rami che cadevano, da cornicioni che spuntavano all'improvviso, da botte contro i sedili di un aereo. Insomma... anni luce lontano anche dalle prime storie di Lee, Kirby, Ditko, mille volte più smaliziate.
Detto questo, l'ingenuità DC hai i suoi pregi, e si legge con piacere, anche se arrivati a pagina 300 un po' il latte alle ginocchia inizia a venire... e magari si inizia a rimpiangere l'ESSENTIAL di Killraven o di Luke Cage: PowerMan.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Questo porta a certe considerazioni...
Tipo Dc alla Panini....
Visto che gli essenzial sono tanto carini perchè non fare un essenzial T-bolts...
so che ti arrabbi e dici che ti stressiamo, ma penso che con un adeguata campagna i T-bolt possono andare alla grande, inoltre una buona parte dei lettori compra un fumetto anche se una storia non piace...
Penso che le storie dei T-bol o almeno dei nuovi T-bolt siano molto più interessanti di un Namor, di un marvel age spiderman o di un New X-men:accademy X sfido che chiunque li compri avendo alle spalle una storia editoriale drammatica come i T-bolts..
Non gli avete dato speranza, prima erano sull'UR per tappare un buco dovuto allo scarso materiale, poi su ur-deluxe, poi su gli albi dei supereroi, poi su Cap-america, poi sul Marvel monster...
Insomma non sono stati esposti con regolarità...
Penso che invece potrebberoaffiancare benissimo iron man sul suo albo che esce solo sporadicamente...
Inoltre quante serie tappabuchi si sono rivelate invece ben apprezzate..
Vuoi l'esempio Spider-girl volevate interromperlo o limbizzarla o.... invece si è rivelata essere una colonna portante dell'ur...
molte persone sono contente del ritorno di spidergirl perchè aumenta la qualità dell'Ur che negli ultimi tempi non era poi così alta...
Va be sto uscendo dal seminato...
Quando mi metto a scrivere sono come un fiume in piena... proprio come nella foto...
Spero che questo commento ti possa aiutare, puoi farne quello che vuoi... cestinarlo, farlo vedere agli amici, insultarlo....
Non me la prendo...
Ci risentiamo...
Venom 85

Gulla ha detto...

in fisica esiste una formula per (quasi) tutto. Dico solo questo: Viva il classic!!

Marco Rizzo ha detto...

Sto gustando l'essential (ops! lo showcase!) di GL, che tu sai essere una mia passione...
E' vero, sono distanti anni luce dai contemporanei, ma li trovo terribilmente divertenti proprio per la loro ripetitività e naivete', ritmi quasi da strip comica! :D Effettivamente trovate geniali si perdono nell'esecuzione grossolana (ad esempio la doppia vita di Hal nel futuro) ma sento la mancanza di 22 pagine densissime di storia ed avvenimenti e disegnatori di gran classe come Gil Kane!

stefano perullo ha detto...

E' molto divertente, ma a tratti anche sconcertante, notare come per alcuni fan ogni occasione sia quella giusta per rivendicare la pubblicazione di qualche eroe rimasto nel cassetto

Fabrizio ha detto...

...certo che in parte ha ragione Stefano ma poter avere nuovamente i Thunderbolts da qualche (qualsiasi) parte...oltrettutto mi sono sempre piaciuti molto Nicieza ed il Grummett del periodo morte di Superman/Superboy...
hai ragione, stressiamo proprio...
Fabrizio

rico mrmozo ha detto...

no i thunderbolts pure qua?????

frankie666 ha detto...

e i manga come mai non si parla dei manga???!!!

venom85 ha detto...

Non volevo stressare ma tutte le volte che vedo o sento gli essenzial (o l'analogo DC) mi viene una rabbia di non poter leggere in Italiano certe storie che....
poi mettiamo anche che i t-bolts sono uno dei fumetti che mi ha colpito di più (in senso positivo...)
è semplicemente una voglia matta di leggere, come quella che mi spinge tutte le volte ad acquistare nuovi fumetti... Potrei prendere questi albi dall'america, l'inglese lo so, ma la panoramica editoriale Americana mi appare ancora un po confusa... forse poi..
perchè non si parla fdi manga... ssemplice privilegio fumetti che mi dicano qualcosa...
I manga che mi hanno detto qualcosa li ho già e sono i soliti classici...
Mettiamo poi che odio gli Shojo (si scrive così?) non li sopporto proprio, sono una via di mezzo tra la 2045° puntata di beatiful e un paletto nel cuore per un vampiro...
Ora mi crocifiggerete ma è così che la penso, ci sono fin troppi manga sul mercato, dovuto anche al fatto di un enorme richiesta, quando c'è un eccesso è difficile che sia un eccesso di qualità...
I pezzi da 90 sono come i genii, ce ne sono sempre pochi...
Più il mercato è ampio più bisogna cercare il meglio...
Alla fine abbiamo parlato anche di Manga...
Saluto tutti in particolare M.M.L. (dopotutto il blog è suo!)

Anonimo ha detto...

Caro Venom85,
ma perchè non studi un po' di inglese e ti leggi Essential e Showcase in lingua originale?
Un saluto.