21 maggio 2007

TV globale


Find Yourself... LOST
Originally uploaded by Calebtobey.

Chiacchierando con un insospettabile amico fruitore del blog, che mi ha tirato fuori esegesi della terza stagione di LOST e della prima di HEROES, mi sono tornati in mente una serie di discorsi sentiti all'ultimo MIP di Cannes, la fiera dei diritti TV.
L'esplosione della diffusione via download dei telefilm USA pare sia per le reti americane più un vantaggio che altro. In paesi dove mai avevano avuto successo le serie USA , ora sono nati canali satellitari a loro dedicate. In altri (come la Spagna) per arginare il fenomeno dei download, si trasmettono le serie americane praticamente in contemporanea con l'edizione USA.
In sostanza, la (piccola) fetta della popolazione che si scarica i telefilm e se li vede sul computer, avvia un meccanismo di "marketing virale" , e diffonde in ogni paese un passaparola virtuoso, che rende le serie famose e popolari ancora prima della loro messa in onda doppiate. E' un po' il fenomeno che chi i fan dei comics e dei manga conoscono da anni, e di cui noi stessi editori di fumetti "in traduzione"beneficiamo continuamente.

Per chiudere questa riflessione, devo dire che continuo a non scaricare serie TV dalla rete, più per incapacità che per altro, anche se mi sono fatto passare dei DVD con le puntate americane di LOST terza stagione e me le sono godute a bocca aperta. La domanda che mi viene è questa: ma perché mai le reti USA non permettono ufficialmente il download a pagamento dei loro programmi? Perché devo aspettare i capricci di Sky, Mediaset o Rai per vedere una serie che mi interessa, che magari mi arriva mesi e mesi dopo la messa in onda, a orari improbabili e oscillanti? In un mondo globale, anzi, dovrebbe essere possibile vedere la TV di qualsiasi paese, in diretta, con o senza sottotitolo, anche a pagamento, s'intende.
Detta così, sembra improbabile, ma credo (e spero) sia solo questione di tempo...

12 commenti:

Mattia ha detto...

Le serie in realtà sono scaricabili a pagamento su varie piattaforme (a partire da iTunes, ma non solo) ma spesso la cosa è possibile solo se vivi negli USA. Serve infatti una carta di credito americana, e questa ce l'avrei, e un IP americano (questo è già più difficile).

Ad ogni modo poco male: tanto ormai i DVD escono praticamente subito. Heroes è stato annunciato per il 28/8 e io l'ho già prenotato su Amazon.com :)

PS: la cosa assurda è che in Italia arrivano subito serie già segate negli USA, vedi Related o In Justice, e poi la migliore commedia degli ultimi 2 anni, How I met your mother, da noi non è stata mai nemmeno annunciata. Ma anche qui, Amazon mi è amico ;)

Gala ha detto...

E' ovviamente tutta una questione di diritti.

Tuttavia su abc.com è possibile rivedere GRATUITAMENTE tutte le puntate di Lost...

L'unico difetto?
Il tuo indirizzo IP deve risultare essere in America.
(Risultare è la parola chiave)

Detto questo anche io trovo che la terza stagione di Lost sia stata una splendida cavalcata e non vedo l'ora di andare giovedì sera nel negozio dei miei amici per godermi il "season finale" su maxi-schermo ultrapiatto in ottima compagnia.

Era dai mondiali di giugno che non ci ritrovavamo in gruppo per un evento televisivo.
(Peccato dover attendere Gennaio 2008 prima di rivedere Lost)

foolys ha detto...

per 24 durante la seconda stagione tentarono degli episodi in streamline, poi nn so...
cmq il caso + eclatante è 24, arrivato ormai alla sesta serie quando in italia ne hanno fatte solo 3 (la quarta a quanto pare la faranno questa estate), a quel punto costringi davvero la gente a scaricarselo per vedere come va avanti...
certo che sarebbe bello vederle in una specie di canale diretto, direttamente coi sottotitoli, per poi magari fare in seguito una versione accessibile a tutti doppiata

@lberto ha detto...

ragazzi non ho parole! il mio ultimo telefilm del cuore (di china?) fu Lou Grant, molto radical, molto "ddi movimentto"...

ivanhawk ha detto...

Un paio di cose:
24 è andato in onda fino alla quinta stagione, su Sky....

Per l'incapacità di riuscire a scaricare bastano due semplici programmini: Transmission come client BitTorrent e TVShows (hai un Mac, giusto?). Selezioni sul secondo gli show che vuoi scaricare, la qualità a cui lovuoi scaricare e lui in automatico apre il programma e fa tutto.
Basta tenere il computer acceso!
CIAO

Fabrizio ha detto...

Forse lo fanno per non inculare gli introiti delle varie emittenti che comprano i diritti di trasmissione e traduzione.
Ma è un sistema vecchio e stravecchio, come il digitale terrestre, chè era già vecchio prima ancora di uscire. Almeno per quel che riguarda l'interattività.

La TV nel futuro prossimo sparirà fondendosi con la rete. Prova tu a pensare a che fine farà il canone... ;-D

In compenso il web2 contagia anche la produzione televisiva. Ho sentito di una sit.com intitolata "Dispersi", totalmente low budget, messa in rete da semplici appassionati.
Sembra una cosa molto fusa.

Pensa a quando girerete le puntate di Camera Panini, direttamente dai vostri uffici!

EHEHEH!!!

Fab

Thomas Magnum ha detto...

Segnalo a tutti tv-links.co.uk (una vera e propria manna) e vado a spararmi l'episodio finale della prima stagione di Heroes.
Spet-ta-co-lo. (Solo Magnum P.I. può superarlo...;) )

VIKINGUR ha detto...

"Persepolis", la fortunata serie di fumetti autobiografici dell'iraniana Marjane Satrapi, pubblicato in tanti paesi del mondo è diventato un film presentato oggi in anteprima stampa al Festival di Cannes. Questo il link ufficiale :
http://www.festival-cannes.fr/index.php/fr/archives/film/4434938
Notevole!

Luca ha detto...

Ciao Marco,

Ho letto il tuo ultimo intervento su Lost.
Downlodare da internet e vedere la televisione in internet sara il futuro.
Tutti stanno lavorando su questo aspetto.
Per le Major e per la case di distribuzione sarà un enorme vantaggio.
Unico problema ad oggi è la tecnologia, la sicurezza e la certezza dei pagamenti ed il DRM Digital Right Management.
La gestione dei diritti prevede già la divisione dei Diritti in diverse categorie (Cinema, Satellite, Dvd, Mobile etc etc.) con diverse regole di fruizione.
Risolti questi problemi le case di produzione potranno distribuire direttamente i loro contenuti, senza dovversi avvalere di società di distribuzione.
Ulteriore vantaggio sarà il contatto diretto con i clienti.
In quasto caso gli uffici Marketing dovranno soltanto adeguarsi ad un interazione B2C invece dell’attuale B2B.

Ciao
Luca

Baol ha detto...

Penso come te che rimanere in balia dei capricci delle reti televisive sia deleterio per il sistema nervoso, avevo iniziato a vedere con gran piacere "Monk" ma, naturalmente, per rete4 i suoi ascolti non andavano bene...meglio Emilio Fede; stessa cosa per "Law and order - Criminal Intent", strasmesso ad orari da insonne. Ogni tanto mi balena in testa di scaricare le serie da internet però poi mi ferma il fatto che 1)non conosco l'inglese così bene da riuscire a seguire i dialoghi e 2)perchè impegnare il cervello con i sottotitoli quando abbiamo i migliori doppiatori del mondo? Ci vorrebbe solo un pò più di rispetto per i telespettatori, anche quelli, come me, che preferiscono un telefilm ad un reality. Ciaooooooooo

foolys ha detto...

io ovviamente mi riferivo non al satellite, kece posso fà se io non ce l'ho? hehe

Giovani Verdi ha detto...

Io ho iniziato quest'anno a seguire le stagioni inedite di Lost, Heroes e Will&Grace, scaricandole. C'è da dire che se non esistessero i folli volontari che si occupano di sottotitoli, non potrei farlo, perché non capisco abbastanza l'inglese parlato.
Il fenomeno va a discapito sia della vendita dei DVD, sia della messa in onda classica - vedete la seconda stagione di Lost, che in Italia ha fatto scarsi ascolti... probabilmente perché la maggior parte di noi l'aveva già vista!

Mickey