07 agosto 2006

Excerpt # 1

"Diciamo semplicemente che il deserto è un impulso. Avevo deciso di punto in bianco di cambiare volo, prendere una macchina, e andare per strade poco battute.
C'è qualcosa - riguardo ai vecchi tempi - che viene soddisfatto dalla spontaneità. Più in fretta uno decide, meglio si libera del debito con la memoria.

Volevo rivederla, provare qualcosa, e dire qualcosa. Poche parole, non troppe, e poi tornare via, nella lontananza ventosa.

Era tutto lontananza. Era una distesa ininterrotta di terra arida e cielo, e un'impalpabile traccia di montagne, basse e accovacciate, in fondo, montagne o nuvole, a forma di gatto, di puma.

Com'è umano, vedere una cosa come qualcos'altro."

Don DeLillo - Underworld - Pagina 63 dell'edizioneSuper ET

2 commenti:

Brigit ha detto...

Non è solo umano: Jack, cane del mio vicino, se vede trascinare un trolley pensa sia un altro cane, si spaura e abbaia..
Ma com'è umano in una cosa cercare a tutti i costi di vedere qualcos'altro, e convincersi che c'è.
Brigit

Stefano Raffaele ha detto...

"Più in fretta uno decide, meglio si libera del debito con la memoria."

Vero, verissimo. E per quanto mi riguarda, il debito con la memoria è il più difficile da cancellare, sempre.

-Stefano